giovedì 11 febbraio 2016

RECENSIONE | "Olga di carta. Il viaggio straordinario" di Elisabetta Gnone

Buongiorno cari lettori, correva l’anno 2005 quando ho conosciuto il meraviglioso e fantastico mondo di Fairy Oak. Ricordo con piacere questa saga, pubblicata dalla De Agostini, che narrava le avventure di due sorelle gemelle, Vaniglia e Pervinca, il cui amore era più forte di qualunque potere.

9 novembre 2015, la letteratura per ragazzi, che affascina anche gli adulti, si arricchisce di un nuovo mondo fantastico dove tutto può accadere. Autrice di questi mondi fatati è la scrittrice Elisabetta Gnone che ci regala la possibilità di un nuovo viaggio tra fantasia e realtà.

Olga di carta
Il viaggio straordinario
Elisabetta Gnone

Editore: Salani
Pagine: 297
Prezzo: € 14,90

Sinossi: Olga Papel è una ragazzina esile come un ramoscello e ha una dote speciale: sa raccontare incredibili storie, che dice d’aver vissuto personalmente e in cui può capitare che un tasso sappia parlare, un coniglio faccia il barcaiolo e un orso voglia essere sarto. Vero? Falso? La saggia Tomeo, barbiera del villaggio, sostiene che Olga crei le sue storie intorno ai fantasmi dell’infanzia, intrappolandoli in mondi chiusi perché non facciano più paura. Per questo i racconti di Olga hanno tanto successo: perché sconfiggono mostri che in realtà spaventano tutti, piccoli e grandi. Un giorno, per consolare il suo amico Bruco, dal carattere fragile, Olga decide di raccontargli la storia della bambina di carta che partì dal suo villaggio per andare a chiedere alla maga Ausolia di trasformarla in una bambina normale, di carne e ossa. Il viaggio fu lungo e avventuroso: Olga s’imbatté in un venditore di tracce, prese un passaggio da un ragazzo che viveva a bordo di una mongolfiera e da un altro che attraversava il mare a remi. Più volte rischiò la vita, si perse, ma fu trovata da un circo. E quando infine trovò la maga, solo allora la bambina di carta comprese quante cose fosse riuscita a fare…

http://i.imgur.com/ye3Q8bo.png
STILE: 9 | STORIA: 8 | COPERTINA: 8

Olga Papel è una ragazzina esile come un ramoscello. Ha un dono, riesce a raccontare delle storie incredibili in cui può capitare di tutto. Un giorno Olga, per consolare il suo amico Bruco, decide di raccontargli la storia della bambina di carta che all’età di 10 anni, intraprese un viaggio per andare a trovare la maga Ausolia affinché la facesse diventare di carne e ossa, come tutti gli altri.

Durante il viaggio Olga di carta incontrerà tanti personaggi come il tasso parlante, il coniglio barcaiolo, un orso sarto e affronterà molti ostacoli senza mai arrendersi. I sogni non sono facili da realizzare, occorre perseveranza e coraggio.

Olga di carta dovrà affrontare dei nemici naturali come la pioggia, il fuoco, il vento. Spesso la bambina si sentirà sola e fragile, in alcuni momenti non avrà la forza per proseguire il suo viaggio ma, in suo aiuto, arriveranno dei personaggi fantastici. Incontrerà un ragazzo che viveva a bordo di una mongolfiera, chiederà aiuto a un venditore di tracce e si perderà per essere poi trovata da un circo. Finché, un giorno, Olga giunse davanti alla casa della maga Ausolia. Era arrivato il momento della verità.
“Quando incontrerai la maga dovrai spiegarle bene ciò che desideri. Altrimenti potrebbe sbagliare incantesimo e trasformarti in qualcosa di peggio!”

“Peggio??” si disse la bambina.

“Una zebra d’alabastro, un cucchiaino di sabbia…”

“Tu sai cosa vuoi, vero? Intendo esattamente!”

“Si” rispose Olga. “Voglio essere normale!”

IL MANTRA DI OLGA: "VOGLIO ESSERE NORMALE!"
Secondo voi, cosa significa essere normali? Ognuno di noi è unico e speciale. Le differenze non devono essere motivo di odio ma fonte di ricchezza. Cercare se stessi, valorizzare i propri “doni”, credere nel futuro,  costruire il mondo che vogliamo, è questa la normalità.

Olga deve affrontare un lungo viaggio per poter comprendere molte cose. Bisogna aver pazienza e tenacia, bisogna continuare a provare per superare gli ostacoli che inevitabilmente incontreremo lungo il nostro cammino.

IMPERFEZIONE. VULNERABILITÀ. FRAGILITÀ
Olga affascina tutto il paese con i suoi racconti, tutti si fermano per ascoltarla, per rimanere con occhi sognanti a sentire i racconti di storie che si trasformano in momenti di esaltazione della fragilità, dell’imperfezione, della vulnerabilità che ci rendono umani. Il cammino verso l’età adulta è difficile ma troviamo un aiuto nell’amicizia, nell’amore, nella solidarietà. A volte saremo tentati di prendere delle scorciatoie, scelte sbagliate, pericolose.

UN SOGNO NEL CASSETTO
Tutti abbiamo un sogno che vorremmo realizzare, non sarà facile realizzarlo ma bisogna provare e riprovare senza mai arrendersi. Con coraggio, avendo fiducia in noi stessi, potremmo dar vita ai nostri desideri. Sarà normale sbagliare, l’importante è riconoscere l’errore e correggersi. Attenzione, però, a cosa siamo disposti a fare per concederci la possibilità di riuscire nei nostri intenti. Lo sappiamo bene, per ogni cosa c’è un prezzo da pagare. Siamo disposti a tutto? Ricordatevi che non siam fatti solo di carne, in noi vivono amori, ricordi, amicizie, speranze. Ognuno di noi è unico al mondo.

“Olga di carta” è un romanzo per tutte le età, una storia tenera e poetica. Olga raccoglie le paure dei bambini e le trasporta in mondi dove si trasformano in momenti di riflessione. Ogni personaggio rappresenta una diversità, la normalità non esiste se non in noi stessi. Attraverso il viaggio, metafora del divenire  adulti, ognuno scopre se stesso e si rende conto di avere in sé tanti doni. Le avventure della fragile bambina, che più volte si piega ma non si rompe, ci parlano di forza di volontà, pazienza, generosità, gentilezza, intraprendenza. Crescere è un difficile e lungo viaggio che tutti siamo chiamati a intraprendere.

Con penna sensibile e fantasiosa, Elisabetta Gnone parla al nostro cuore e crea un mondo in cui bisogna sempre andare avanti, alla ricerca di ciò che ci rende unici. La lettura fluida e ricca di emozioni vi regalerà l’opportunità di condividere questo viaggio straordinario con una persona speciale. Leggetelo con i vostri bambini, con i nipotini, con coloro che amate e a cui volete presentare una nuova grande amica: Olga di carta.

15 commenti:

  1. sono felice che Olga abbia conquistato anche te :) è un libro che porto nel cuore! a presto :*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' impossibile non lasciarsi conquistare da questa bellissima storia :)

      Elimina
  2. Vabene dai, se è piaciuto a te allora devo dargliela questa possibilità!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ilenia, dai ad Olga una possibilità, sono sicura che ti piacerà tantissimo :)

      Elimina
  3. La tua recensione è un'ulteriore conferma al fatto che devo assolutamente recuperare questo romanzo :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sarà interessante confrontare le nostre opinioni su questo romanzo :)

      Elimina
  4. Ciao!! L'ho comprato, non vedo l'ora di leggerlo :-) e la tua recensione mi invoglia!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Leggerò con piacere la tua recensione :)

      Elimina
  5. Bellissimo questo romanzo, l'ho finito anche io da poco *_*
    Anche la serie di Fairy Oak, è meravigliosa!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La serie di Fairy Oak mi è piaciuta tantissimo, anche le cover erano carinissime :)

      Elimina
  6. Leggo pareri sempre positivi di questo libro, lo prenderò di sicuro =)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. "Olga di carta" ha conquistato un vasto pubblico di lettori :)

      Elimina
  7. Sto perdendo sempre più tempo.. devo assolutamente leggere questo libro <3

    RispondiElimina
  8. Ho visto questo libro in libreria e se ne parla tantissimo... ma non avevo ancora letto una recensione.
    Onestamente non mi convinceva per niente... fino a cinque minuti fa.
    Grazie a te non me lo farò sfuggire! :)

    RispondiElimina