mercoledì 21 agosto 2013

RECENSIONE "Charlotte" di Antonella Iuliano

Vi è mai capitato di provare un profondo rispetto per un libro? A me è successo con “Charlotte” di Antonella Iuliano.

Questo libro, pubblicato con “La Caravella Editrice”, si presenta con una copertina morbida, plastificata, dalla veste grafica in completa sintonia con il tema del romanzo. Il tutto mostra un attento studio e la volontà della casa editrice di sostenere il lavoro degli scrittori emergenti creando un accurato prodotto finito. Un plauso a Corinne Caputo che ha realizzato il disegno in copertina. Proprio l’eleganza  dell’immagine, mi ha fatto subito pensare a un romanzo delicato, scritto da una donna per le donne che vogliono essere artefici della propria esistenza. 
Non mi sono sbagliata!

Charlotte

Autrice: Antonella Iuliano
Appassionata di letteratura straniera, classica e contemporanea. Pubblica il suo primo romanzo dal titolo "Come petali sulla neve" nel marzo del 2012 e "Charlotte"nel febbraio del 2013.  
Il blog dell'autrice 

Casa Editrice: La Caravella Editrice
Pagine: 240
Prezzo: € 13,00
Trama: Charlotte sa di non essere una ragazza comune e spesso si domanda perché preferisce alla realtà il mondo immaginario racchiuso dentro di sé. Qualcosa le bussa dentro anche se non sa cosa. Quando però per la prima volta i suoi occhi si posano sulle pagine scritte da una delle famose sorelle Brontë, quel qualcosa improvvisamente esce allo scoperto. Charlotte avverte finalmente un senso di appartenenza e una sete di sapere che la porterà a conoscere una donna, la signora Cloe, il cui passato riposa tra pagine dimenticate e grazie alla quale scoprirà l'immenso valore della letteratura. Conoscerà donne che amavano leggere, donne che amavano scrivere, le cui parole hanno attraversato i secoli. E così "come Charlotte Brontë" diventerà il motto della sua vita. 



STILE: 8
STORIA: 8
COPERTINA: 8


L’autrice, nel suo romanzo, scrive una dichiarazione d’amore per la lettura e la scrittura. Nella realtà immaginaria della parola c’è la vita fatta di pensieri, sensazioni ed emozioni. Solo raggiungendo quella realtà possiamo vivere in modo coinvolgente perché leggere è vivere. 

Più felice sono quando più lontana porto la mia anima dalla sua dimora d’argilla, in una notte di vento quando la luna brilla e l’occhio vaga attraverso mondi di luce.Emily Brontë 

Charlotte è una sedicenne che non prova interesse per nulla, ama fantasticare e vive nel mondo immaginario racchiuso dentro di sé. L’incontro con le pagine scritte da Emily Brontë, la porterà a trovare nella lettura e nella scrittura il tramite per realizzare i suoi sogni più nascosti. Charlotte capirà di non essere più sola nella vita. Avvolta dal fascino dei Classici, nutrendosi delle parole dei romanzi delle sorelle Brontë, la giovane fanciulla comprenderà che per realizzare i propri sogni bisogna lottare con coraggio e ostinazione. 


Io voglio essere come Charlotte Brontë, quello che lei era, quello che è stata capace di comunicare, quello che ci ha lasciato sia per me luce che indichi il cammino.” 

Questo cammino, verso la realizzazione di sé, passa attraverso la lettura e la scrittura. Charlotte viene guidata, in questa ricerca interiore, dalla signora Cloe appassionata di letteratura. Nasce così un sodalizio tra donne che condividono la stessa passione, che vedono nei libri la fonte a cui dissetare l’animo inquieto di coloro che sono alla ricerca di un proprio spazio, di una propria affermazione nella vita. 
I libri diventano maestri di vita e le opere delle sorelle Brontë diventano icone d’ispirazione dimostrando che le passioni personali si possono trasformare in parole. Tutto ciò trasmette la sensazione di essere potenti perché scrivendo si acquisisce il potere di poter scegliere. Charlotte vuole proprio questo potere, vuole essere libera di scegliere il modo in cui vivere la sua vita. I libri diventano strumenti per trovare le risposte che non abbiamo. Bravissima l’autrice a tessere fili che uniscono le protagoniste con un intreccio che fornisce la base per affrontare le sfide di donne, con la D maiuscola, che vogliono lasciare un segno della loro esistenza, un segno da poter identificare anche oltre la vita. 


Dalla scrittura fluida, educata, gentile, a tratti impulsiva, traspare un’ammirazione per la letteratura dell’800. I personaggi, quasi timidi ma decisi, si mostrano poco a poco; l’autrice li lascia liberi di esprimersi e comportarsi come ritengono più opportuno fare. A noi lettori non resta che seguirli e ascoltarli perché questi personaggi assumono una propria vita, un’autonomia che la scrittrice dona loro con la sua penna impulsiva per un romanzo che si legge con vivo piacere. 

Leggendo questo libro sono stata conquistata da una scrittura ordinata, precisa, con periodi lunghi ma ben costruiti. Questo romanzo passionale, romantico, straziante, mi ha travolta con una marea di sensazioni. Non mi vergogno a dirvi che ho pianto leggendo l’evolversi degli avvenimenti ma ho anche sorriso quando ho compreso che l’amore per la lettura è vita, infatti una vita da scrittrice è il desiderio di Charlotte. Non vorrei sbagliare accostando la figura della protagonista alla scrittrice. Entrambe nutrono una profonda passione per la letteratura, entrambe sono donne coraggiose che lottano per realizzare i propri desideri, entrambe hanno seguito un percorso di crescita interiore che le ha portate ad essere donne speciali, donne romantiche che fanno dell’istinto la loro arma vincente. Nel petto di Antonella Iuliano batte un cuore che anela a trasformare le emozioni più appassionate in parole, che pulsa infondendo coraggio nel perseverare nelle proprie aspirazioni, che lotta per trasformare un sogno in realtà. Nel labirinto della vita la scrittrice cerca il suo personale giardino della fantasia e della felicità, dove sognare le regala la vita. Una vita che ruota attorno all’amore per i libri, un amore alla Brontë-maniera, un amore che tramite la scrittura è in grado di accarezzare il cuore. Così come la protagonista del romanzo, anche Antonella Iuliano, con perseveranza, ha inseguito un sogno realizzandolo totalmente perché, per me, lei è una scrittrice sensibile e bravissima. E’ una donna che ha creduto fermamente nelle sue capacità, ha creduto nel potere della scrittura e così un libro... le ha regalato il futuro!

11 commenti:

  1. Grazie di cuore, mi sono emozionata leggendo la tua recensione, senza dubbio una delle più accurate e attente. Complimenti.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono contenta che la recensione ti sia piaciuta, in bocca al lupo per la tua carriera da scrittrice :)

      Elimina
  2. Che bella recensione, complimenti davvero di cuore :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille, è un libro che merita :)

      Elimina
  3. Ciao Aquila Reale,
    bellissima recensione, sinceramente toccante e anche molto utile. Almeno per me che da tempo rimanevo lì a giocare a 'Lo leggo, non lo leggo'. Le storie di donne spesso mi appaiono patetiche e in genere ne sto alla larga, però questa mi incuriosiva. Nelle altre recensioni però non ho mai trovato lo spunto, la sottolineatura, l'emergere di un qualche aspetto che mi facesse propendere per una decisione o per l'altra. L'ho trovato nella tua e ho deciso di leggere il testo, perchè finalmente sono riuscita a sapere che potrebbe contenere cose che mi piacciono.
    Grazie mille per i consigli.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti ringrazio per i complimenti, sono davvero felice che la mia recensione ti sia stata utile. E' un libro emozionante e mi piacerebbe sapere la tua opinione una volta letto il romanzo.
      Ti auguro una buona lettura :)

      Elimina
  4. Wowww, ti faccio anche io i miei complimenti davvero una bella recensione!!
    Il libro devo dire che mi sta incuriosendo, ci faccio un pensierino!! Metto in lista!!

    RispondiElimina
  5. Questo libro sicuramente non ti deluderà perchè la sua storia racchiude tutte quelle emozioni che noi lettori cerchiamo in un romanzo. E' scritto con garbo, parla dell'amore nelle sue diverse forme, parla della ricerca della propria affermazione nella vita. Quante volte ci siamo ritrovate davanti a un bivio, scegliere tra il voler realizzare un sogno o arrenderci a una vita più tranquilla, reale, non è facile.Charlotte rappresenta tutte le donne che lottano per affermare la propria identità,che non soccombono,in ciascuna di noi c'è un po' della protagonista:)

    RispondiElimina
  6. non avevo mai sentito parlare di questo libro (maledetta ignoranza;) però da come ne parli sembra davvero carino!

    RispondiElimina
  7. Io l'ho finito pochi giorni fa, è davvero un libro fantastico! =) la penso come te, davvero un libro che consiglio a tutti!

    RispondiElimina