lunedì 21 ottobre 2013

Detective Gufo #17





 
"Detective Gufo" è una rubrica settimanale creata da me appositamente per il blog Penna d'oro.
Perché detective? Semplice, Gufo andrà in giro tra i vari blog per scovare la recensione più 
emozionante tra le tante che vengono pubblicate.

Mentre il sole ha deciso di gratificarci con la sua presenza, dopo un fine settimana cupo e piovoso, Detective Gufo si è presentato in ufficio con piglio deciso e ha detto:

“Non ho saputo proteggerti.

  Ma adesso tutto può cambiare.

  E saremo ancora insieme”.

Naturalmente tutti, nel più totale silenzio, abbiamo atteso le sue spiegazioni sempre così illuminanti per noi poveri mortali. Gufo, stamani, sembra più strano del solito, così, con fare commosso quasi sopraffatto da una miriade di emozioni mi ha detto:

    “Tra la notte e il cuore” di Julie Kibler
recensione scritta da Alessandra del blog “Mondo Lettura”




Questa recensione mi ha molto incuriosita perché tratta di un libro che narra una storia in cui il coraggio, la speranza, l’amore, l’amicizia, sono gli elementi base di un vissuto travagliato, di un amore impossibile, di una donna che cela nel suo cuore un ricordo che la lega a un passato mai dimenticato. Così l’autrice descrive il suo romanzo:

“Credo negli spiriti affini, in una connessione rara e profonda tra due individui che sono sulla stessa lunghezza d’onda”.

Alessandra ha saputo cogliere il significato di questa storia, ha dato spessore alle molteplici emozioni che questo romanzo emana dalle sue pagine, vi lascio con le sue splendide parole:
“L’amore vero esiste, bisogna solo avere la fortuna di incontrarlo. Esiste la nostra metà esatta, esiste chi lotterebbe per stare con noi, se necessario, c’è chi vive nel nostro amore e vuole donarcene altrettanto”.
 
Brava Alessandra!

http://3.bp.blogspot.com/-mgP6TlE0Ny8/UW_tv2YOXpI/AAAAAAAAB84/-2NY8biZB-M/s640/julie-kibler-tra-la-notte-e+il+cuore.jpgÈ mattina presto, e Miss Isabelle si ferma per un attimo sulla soglia di casa ad ammirare la luce dell'alba che colora di rosa i tetti della cittadina di Arlington, Texas. Come ogni lunedì sta aspettando Dorrie, la sua giovane parrucchiera, che per lei è diventata come una figlia. Da dieci anni è la sua cliente speciale, da dieci anni la sua richiesta è sempre la stessa: domare la sua vaporosa chioma in ordinati riccioli argentati. Ma non questo lunedì. Oggi Miss Isabelle sa che la sua vita fatta di piccoli riti e abitudini sta per essere rivoluzionata. Il passato è tornato a tormentarle l'anima e niente potrà più essere come prima. Con tutta la forza d'animo che riesce a raccogliere dopo novant'anni di vita, Miss Isabelle presenta la sua richiesta d'aiuto a Dorrie. Ed è una richiesta sconvolgente. Un lunghissimo viaggio in macchina verso Cincinnati, e bisogna partire subito. Senza spiegazioni. Dorrie esita, ma le basta uno sguardo negli occhi della vecchietta per capire che non può rifiutare. Mentre l'orizzonte inghiotte l'asfalto e il rosso del tramonto si dissolve in un cielo buio senza stelle, Miss Isabelle stringe tra le mani un antico ditale d'argento e sente il proprio cuore riaccendersi, come una notte di settant'anni prima, nel 1939. La notte in cui, mentre l'odio e la violenza dilagavano come un'epidemia, due occhi gentili avevano illuminato l'oscurità come un fulmine. 

6 commenti:

  1. Ohhhh ** Grazieeeee! Sono davvero felicissima!! Ho scritto questa recensione con il cuore e fortunatamente c'è chi ha saputo coglierne il significato. Grazie mille :))

    RispondiElimina
  2. Ho letto quella recensione e il libro sembra davvero bellissimo!

    RispondiElimina
  3. Questo libro narra una storia molto interessante tra passato e presente. Grazie a Mondo Lettura e ad Alessandra, ho scoperto un libro che sicuramente leggerò!

    RispondiElimina
  4. HO appena letto la recensione nel blog di Alessandra, ed è davvero molto bella!! Mi ha invogliato a prendere questo libro e immergermi nella lettura!!!
    Brava Ale!

    RispondiElimina
  5. Ho il libro poggiato li in libreria in attesa di essere letto, ora mi ricorderò di dargli la precedenza :)

    RispondiElimina