lunedì 30 settembre 2013

Detective Gufo #15

"Detective Gufo" è una rubrica settimanale creata da me appositamente per il blog Penna d'oro.
Perché detective? Semplice, Gufo andrà in giro tra i vari blog per scovare la recensione più 
emozionante tra le tante che vengono pubblicate. 
  
Buongiorno cari lettori.

Oggi piove e lo scirocco regna sovrano. Solo Detective Gufo sembra incolume dal nervosismo che il brutto tempo infonde in tutti noi. Borbottando, con occhi velati dalla tristezza, Gufo comincia a parlare per enigmi:

“Ogni giorno lotto contro il mio destino.

 Ogni giorno mi ricordano la mia colpa.

 Sono solo una bambina, e ho bisogno di te”.

Non provo neanche a capire il mistero celato da queste parole, ci pensa subito Gufo, il detective più sensibile del web, dicendomi:

“Il cuore selvatico del ginepro” di Vanessa Roggeri
Recensione scritta da Agave del blog “Agave delle cose vaganti”.






















Ho letto questa recensione, scritta col cuore, con tanta ammirazione per Agave che è riuscita a raccontare abilmente un libro molto amato dal pubblico dei lettori. 
“Il cuore selvatico del ginepro” è un romanzo che narra la storia di una bambina e di una colpa non sua, narra di superstizioni e passioni. Agave ha scritto parole bellissime in cui prevalgono, con forza indomita, le passioni: amore, complicità, disperazione, cattiveria, speranza. Possono antiche credenze condizionare la vita delle persone? A quanto pare si! 

Nel romanzo, tuttavia, si parla anche di speranza che ha il nome di Lucia, una delle protagoniste di una vicenda crudele che coinvolge una famiglia e la società in cui vive. Ancora una volta vorrei sottolineare come le donne siano fonte di forza e coraggio. Una scrittrice bravissima narra una storia, coinvolgente ed emozionante, che ha come protagoniste delle donne; una blogger, dall’animo tenero, recensisce il libro in modo superlativo. Il mondo delle donne è sempre più bello.

Ora vi lascio con alcune frasi estrapolate  dalla recensione:


“Bello e crudele come una fiaba antica, Il cuore selvatico del ginepro, è un romanzo suggestivo che affascina e inquieta…Vanessa Roggeri dipinge un quadro in cui si mischiano le tinte oscure della tradizione popolare a quelle calde del dolce e difficile legame tra le due sorelle”.

Brava Agave!  

http://4.bp.blogspot.com/-WX5fXMTajR8/UfbF43H_ePI/AAAAAAAAMNM/KQYMcBfcGrg/s1600/Il+cuore+selvatico+del+ginepro.jpg
È notte. La notte ha un cielo nero come inchiostro, e solo a tratti i fulmini illuminano l'orizzonte. È una notte di riti e credenze antiche, in cui la paura ha la forma della superstizione. In questa notte il rumore del tuono è di colpo spezzato da quello di un vagito: è nata una bambina. Ma non è innocente come lo sono tutti i piccoli alla nascita. Perché questa bambina ha una colpa non sua, che la segnerà come un marchio indelebile per tutta la vita. La sua colpa è di essere la settima figlia di sette figlie e per questo è maledetta. E nel piccolo paese dove è nata, in Sardegna, c'è un nome preciso per le bambine maledette, si chiamano cogas, che significa strega. Liberarsene quella stessa notte, abbandonarla in riva al fiume. Così ha deciso la famiglia Zara. Ma qualcuno non ci sta. Lucia, la primogenita, compie il primo atto ribelle dei suoi dieci anni di vita. Scappa fuori di casa, sotto la pioggia battente, per raccogliere quella sorella che non ha ancora un nome. Lucia la salva e decide di chiamarla Ianetta e la riporta a casa. Non c'è alternativa ora, per gli Zara. È sopravvissuta alla notte, devono tenerla. Ma il suo destino è già scritto. Giorno dopo giorno, stagione dopo stagione, sarà emarginata. Odiata. Reietta. Da tutti, tranne che da Lucia. È lei l'unica a non averne paura. Lei l'unica a frapporsi tra la cieca superstizione e l'innocenza di Ianetta.

6 commenti:

  1. A forza di leggere belle recensioni mi sto convincendo a metterlo in wish questo libro :3

    RispondiElimina
  2. Wow... non me l'aspettavo! Grazie! Le tue parole mi hanno reso davvero felice! Sono contenta che la recensione ti sia piaciuta.
    A rileggerti!

    p.s.: se il romanzo ti interessa, ho appena pubblicato un'intervista all'autrice.

    RispondiElimina
  3. Vado subito a leggere l'intervista.

    RispondiElimina
  4. Io sono sarda, quindi non posso lasciarmi scappare questo libro! :)

    RispondiElimina
  5. Mi hai davvero incuriosita, non ho ancora letto la recensione di Agave ma rimedio subito.,,questo libro mi sta incuriosendo sempre di più, grazie mille. Un abbraccio e buon weekend.
    Sara

    RispondiElimina