lunedì 3 febbraio 2014

Detective Gufo #23

"Detective Gufo" è una rubrica settimanale creata da me appositamente per il blog Penna d'oro.
Perché detective? Semplice, Gufo andrà in giro tra i vari blog per scovare la recensione più 
emozionante tra le tante che vengono pubblicate. 

Salve ragazzi,
come procede la settimana?
Detective Gufo, oggi, ha deciso di portarvi a ballare. Amate scatenare i vostri bellissimi corpi a ritmo di musica? Siete conquistati dall’atmosfera sfarzosa dei balli  in stile “Gattopardo”?
Se si va, seguitemi e…

“Un ballo…Mio Dio, era mai possibile che lì, a due passi da lei, ci fosse quella cosa splendida, che lei si immaginava vagamente come un insieme confuso di musica sfrenata, di profumi inebrianti, di abiti spettacolari…Di parole bisbigliate in un salottino appartato, oscuro e fresco come un’alcova…”

Gufo vuol attirare la vostra attenzione su
 “Il Ballo” di Irène Némirovsky
Recensione scritta da Alessandra del Blog “L’angolino di Ale”.

 
 
Il libro in questione rappresenta un romanzo breve ma ben scritto, si legge velocemente e la trama è molto interessante. Avevo già visto questo libro ma, non ho ancora letto nulla di Irène Némirovsky. 
La recensione di Alessandra ha risvegliato la mia curiosità e così vi riporto le parole di Ale per stuzzicare anche il vostro appetito libresco:

“La costruzione dei personaggi è impeccabile… Non sarà facile per Antoinette riuscire a sopravvivere tra i piani predisposti dalla madre, fredda calcolatrice, ed una società che poggia le proprie basi sull’apparenza e l’ipocrisia…In pochissime pagine, l’autrice ha condensato gran parte dei vizi e capricci di una società che, oggi come allora, pone l’accento più sul valore economico che sulla qualità dei sentimenti e dei rapporti umani”.

Brava Alessandra! 

"Il ballo" è la storia di una perfida rivincita all'interno di una ricca famiglia. Per i Kampf l'organizzazione del ricevimento, a cui sono invitati i maggiorenti della città, è un'occupazione serissima. Tutto deve funzionare alla perfezione, come il meccanismo di un prezioso orologio. Proprio per questo, il ballo, che dovrebbe segnare l'ingresso della quattordicenne Antoinette nella brillante società parigina, è un sogno più per la madre, volgare e arcigna parvenue, che per la ragazza. Con una scrittura precisa e senza fronzoli, Irène Némirovsky racconta in poche, dense e drammatiche pagine, la vendetta di Antoinette.

6 commenti:

  1. ciao mi sono unita al tuo blog come lettrice fissa se vuoi ricambiare ne sarei molto felice http://libricheamore.blogspot.it/

    RispondiElimina
  2. Sembra davvero carino questo libro!

    RispondiElimina
  3. Un concentrato di temi molto interessanti su una società caratterizzata da "vizi e capricci".

    RispondiElimina
  4. te lo consiglio pure io: si legge velocemente ed è molto piacevole

    RispondiElimina
  5. Che bella sorpresa! Grazie al Gufo Detective!! Il libro mi ha aperto un nuovo mondo, quello di Irene Némirovsky, fatto di sentimenti forti ed uno stile incisivo, asciutto, diretto. Leggerò sicuramente altro di questa scrittrice, perché sono sicura che non mi deluderà. Grazie ancora e a presto!

    RispondiElimina